Il PLA per la stampante 3D

PLA è la sigla che indica l’acido polilattico, conosciuto anche come polilattato e poliacido lattico.

A differenza di altre materie di natura plastica, come l’ABS o il nylon, il filamento in PLA può essere considerato un materiale più ecologico.

Esso è impiegato per la stampa FFF / FDM: la nostra stampante a filo STRATUS 3D lo impiega per la produzione di modelli di vario genere.

Grazie alle sue caratteristiche meccaniche, esso può essere impiegato anche per la realizzazione di imballaggi di diversa natura e può essere levigato e lavorato da particolari macchine.

Oltre a ciò, il PLA consente maggiori velocità di stampa, angoli stampati in modo più nitido e strati di minore spessore: queste caratteristiche, insieme alla bassa deformazione, rende il PLA il materiale ideale per stampare prodotti per la scuola e l’hobbistica.

Non esitare a contattarci per ricevere maggiori informazioni in merito ai prodotti che siamo in grado di fornire!

Clicca qui per conoscere specifiche più dettagliate sulla lavorazione del PLA!

PLA-Stampante-3D

Le caratteristiche del PLA

Il PLA può essere considerato un materiale piuttosto ecologico, poiché, a differenza, ad esempio, dell’ABS, ricavato dal petrolio, esso deriva dalla lavorazione di prodotti vegetali come barbabietole o canne da zucchero, patate e mais.

Il materiale si presenta, naturalmente, trasparente, ma può essere colorato, scegliendo tra diversi gradi di opacità e traslucidità.

Esso è più rigido rispetto all’ABS, ma presenta una temperatura di fusione più bassa: per questa ragione, il PLA non può essere utilizzato per tutte le applicazioni.

Durante il processo di stampa, il PLA emana un odore semi-dolce, sicuramente preferibile rispetto alle emissioni rilasciate durante la lavorazione dell’ABS o dell’HIPS, che sono, invece, potenzialmente dannose per la salute.

A causa della sua bassa temperatura di fusione, il PLA non è indicato per lo stampaggio di prodotti destinati all’esposizione al sole o al contatto con acqua calda: anche a 60°, infatti, è possibile che incominci il processo di de-polimerizzazione, a differenza dell’ABS, che non si deteriora al di sotto della soglia dei 100°.

Il PLA in sintesi

Tra le principali caratteristiche del PLA, quindi, possiamo citare:

  • Necessità di maggiore forza durante l’estrusione rispetto all’ABS, a causa di un coefficiente di attrito più elevato;
  • Deterioramento a 60° C;
  • In generale, le parti stampate in PLA sono meno facilmente deformabili;
  • Esse presentano, solitamente, una finitura leggermente lucida;
  • Le parti in PLA sono caratterizzate da una maggiore rigidità rispetto all’ABS;
  • La temperatura di estrusione varia tra i 160 e i 220° C;
  • I gas prodotti durante l’estrusione non sono tossici;
  • Si tratta di un materiale biodegradabile.

Se desideri ricevere informazioni più specifiche in merito alle proprietà del PLA o alle infinite possibilità offerte dalla nostra stampante STRATUS 3D, non esitare a contattarci, compilando l’apposito modulo!